VISITARE LA thailÀndia DA SOLI

In  autobus, in treno, o in aereo, la Thailàndia si può visitare tranquillamente da soli. In questo modo sarà più facile fare degli incontri interessanti, magari che ricorderemo per tutta la vita.

Se volete visitare la Thailàndia da soli, dovreste prima dedicare un po' di tempo per conoscere il Paese, la sua gente e le molteplici tradizioni. Per cominciare, dovreste pianificare sommariamente le diverse giornate e lasciare qualche giorno libero di intervallo per consentire aggiustamenti alla scaletta di viaggio, e non rischiare di perdere la visita a qualche tesoro culturale.  

 

Autobus, treno, o aereo

Se si effettuano lunghi viaggi in autobus, assicuratevi che il mezzo sia provvisto di aria condizionata e che abbia sufficiente spazio per le gambe, altrimenti il viaggio potrà sembrarvi infinito. In Thailàndia c'è differenza tra gli autobus di 1° e 2° classe, e gli autobus VIP. Nel caso si dovesse viaggiare tutta la notte, vale veramente la pena pagare un po' di più scegliendo un autobus VIP e viaggiare in comodità. Gli autobus VIP partono dagli stessi terminal degli autobus pubblici. Non stupitevi se all'interno delle stazioni trovate un numero impressionate di sportelli ed insegne con le destinazioni di viaggio scritte esclusivamente in lingua thailandese, in genere il personale parla inglese e sarà lieto di aiutarvi. 

 

Il mezzo di trasporto più sicuro ed affidabile, ma certo non il più veloce, è sicuramente il treno della Compagnia Nazionale delle Ferrovie Thailandesi (SRT). I treni partono da Bangkok e si diramano a stella verso i quattro punti cardinali. I biglietti del treno non costano molto rispetto ad altri mezzi di trasporto, ma bisogna assolutamente prenotarli per tempo poiché sono spesso molto affollati, soprattutto nei periodi di alta stagione e nei giorni festivi.  A Bangkok, potrete ottenere informazioni in lingua inglese presso l'Ufficio del Turismo oppure alla stazione centrale di Hua Lamphong, nonché per telefono al Numero +66 2 222 0175.

Con il biglietto in tasca, mentre gli ultimi edifici di Bangkok scompaiono gradatamente dietro di noi, possiamo finalmente provare a fare un po' di conversazione e mettere insieme qualche frase, o qualche gesto, per tentare di spiegare chi siamo e dove stiamo andando. Si può viaggiare in prima, seconda, o terza classe. La seconda classe offre posti a sedere ed una serie di vagoni letto con o senza aria condizionata. per i viaggi a lunga percorrenza è consigliabile acquistare un biglietto di prima classe per vagoni letto con lavandino. 

 

Allorquando il tempo sia limitato, sarebbe meglio viaggiare in aereo. Per voli low-cost nazionale, ci sono molte compagnie aeree affidabili tra cui scegliere: AirAsia, Thai Smile, Nok Air. Per i voli da/per Bangkok, fate molta attenzione all'aeroporto di partenza/arrivo: attenzione a non fare confusione! Per la maggior parte delle compagnie aeree, qualsiasi volo può essere facilmente prenotato via Internet e pagato con carta di credito. 

 

Segnalazione Emergenze 

Una volta arrivati a destinazione (in autobus, treno, o aereo) si prega di prestare grande attenzione agli oggetti di valore e ai documenti personali. In caso di necessità o emergenza, si prega di contattare assoliotamente la polizia, sia turistica che interna. 

 

Consiglio sull'itinerario 

Un viaggio di 2-3 settimane in Thailàndia consente di lasciare abbastanza tempo per visitare la metropoli di Bangkok, le aree circostanti, il Nord del Paese. ed anche di prendere in considerazione una visita verso Sud. Ci sono diverse possibilità di spostamento: per Chiang Mai, ad esempio. si può prendere il treno ed effettuare una fermata intermedia ad Ayutthaya. Attenzione ad acquistare il biglietto giusto corrispondente alla deviazione di viaggio. dopo Chiang Mai, è possibile prendere un volo diretto per Phuket con la compagnie aeree Thai Airways o AirAsia. Per tornare a Bangkok si può optare per un viaggio notturno in autobus.