i parchi nazionali sconosciuti

Molti parchi nazionali thailandesi sono a noi sconosciuti - e questo è assolutamente ingiusto! Essi offrono esperienze di vacanza di sorprendente bellezza, in mezzo alla natura idilliaca.

 

La Thailandia è caratterizzata da una natura straordinaria e molto diversificata. Delle 250.000 specie vegetali conosciute in tutto il mondo, 15.000 sono endemiche della Thailandia. Sono soprattutto le fitte foreste a fornire agli animali ed alla piante più diverse un posto dove crescere e vivere. Per proteggere la flora e la fauna dalla minaccia dell’uomo, il primo parco nazionale in Thailandia, Khao Yai, ha aperto le sue porte nel 1962. Da allora, sono seguite le aperture di altri 140 parchi. I parchi coprono una notevole superficie di 33,904 chilometri quadrati, tra le più grandi superfici al mondo.

 

I parchi nazionali, con le loro cascate, punti panoramici e aree picnic, sono particolarmente popolari nei fine settimana e per le vacanze, non solo tra i turisti ma anche tra la popolazione locale. Sono un po’ più tranquilli durante la settimana e quindi permettono di godere veramente la natura. In molti parchi, è anche possibile pernottare di notte..

 

Il parco nazionale di Khao Yai

Non è solo il più antico parco nazionale e più popolare in Thailandia, ma dal 2005 è anche nella lista del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell'UNESCO. Questo parco si trova a 200 chilometri a nordest di Bangkok ed è sede di oltre 70 mammiferi diversi, tra cui elefanti, leopardi, cani selvatici asiatici e scimmie di diverse razze. Ciò che è particolarmente impressionante è la possibilità di osservare gli animali nel loro ambiente naturale. La sua superficie di 2168 chilometri quadrati copre foreste secche, umide e nebbiose, con oltre 2000 specie di piante diverse. I numerosi sentieri offrono un ottimo modo per esplorare questa diversità. Il

periodo migliore per visitare questo parco è da ottobre a febbraio, quando el piogge sono limitate. Le cascate sono molto grandi e la flora fiorisce in un bel verde intenso. Il parco è facilmente raggiungibile in autobus da Bangkok, è anche possibile visitarlo in un solo giorno.

 

Il parco nazionale di Khao Sok

Questo parco nella provincia di Surat Thani è particolarmente interessante per gli amanti del birdwatching e gli appassionati di botanica. Dalle cime degli alberi si possono osservare oltre 180 specie di uccelli. Nel parco vivono diversi tipi di animali rari, come elefanti selvatici, buoi Sunda (Banteng) o orsi malesi. La superficie di 739 chilometri quadrati può essere esplorata attraverso due sentieri principali. Le specie vegetali rare nel mondo, qui si sentono veramente a casa. Bambù, felci e piante di rattan giganti sono solo una piccola parte di questo paradiso biologico. Una delle principali attrazioni per gli appassionati di piante è la Bua Phut. Qui si trova anche un fiore chiamato Rafflesia Kerri Meyer. Il parco nazionale di Khao Sok ha raggiunto una dimensione sorprendente di 80 centimetri. Per osservare questo splendore, bisogna recarsi in Thailandia tra ottobre e dicembre, camminare da 5 a 8 ore: esso fiorisce soltanto in questo periodo e in luoghi molto speciali. L'aspetto di questo fiore straordinario è molto più attraente del suo profumo: purtroppo emette uno sgradevole odore di decomposizione.

 

Il parco nazionale di Doi Inthanon

Questo parco di 482 km2 si trova nel nord della Thailandia, nella provincia di Chiang Mai. La montagna più alta in Thailandia si trova al centro del parco. Doi Inthanon ad una altitudine di 2565 metri e dalle sue sommità offre ona vista mozzafiato a coloro che si avventurano nella salita. Grazie ad una temperatura media più bassa, ai piedi della montagna fiorisce una varietà di piante che non è presente in nessun altro luogo della Thailandia. Oltre alle piante, vi è anche una vasta gamma di fiori asiatici, cascate e passeggiate panoramiche da scoprire. Per coloro che non possono più staccare gli occhi da questa magnifica bellezza a da un panorama mozzafiato, sono disponibili diverse soluzioni di alloggio, bungalow e tende.

 

 

Il parco nazionale di Erawan

Il Parco Nazionale di Erawan si trova in provincia di Kachanaburi (Thailandia centrale). I fiumi Kwai Noi e Kwai Yai attraversano le valli delle montagne, ricoperte dai tipici alberi sempreverdi dell’Asia meridionale, e da foreste di bambù. L'attrazione principale del Parco Nazionale di Erawan è senza dubbio la sua impressionante cascata a sette livelli, con le sue acque verde smeraldo e terrazze, il parco è considerato uno dei più belli della Thailandia. Un sentiero cammina in parallelo alla cascata ed arriva fono al settimo livello. Vale veramente la pena di visitare la grotta Pra che con le sue notevoli stalagmiti e stalattiti. Presso gli uffici amministrativi del parco è possibile affittare bungalow.

 

Il parco nazionale di Tarutao

Questoarcipelago situato nel sud-ovest del Mare delle Andamane e comprende 51 isole, dichiarate riserva naturale nel 1974. È stata la prima area protetta della Thailandia. E ha conservato un imponente riserva di foreste vergini costituite da una barriera tropicale di corallo assolutamente intatta, un'affascinante varietà di animali e piante, nonché spiagge di sabbia, pulita e bianca come la neve. La sua superficie è più di 1400 km2. Il primo punto di partenza per visitare questo parco nazionale si trova sull'isola di Ko Tarutao. Prima della visita è obbligatorio fermarsi presso l’ufficio amministrativo per pagare il biglietto di entrata. Chi non paga è soggetto ad una multa di 20 volte superiore al prezzo del biglietto. Il periodo di viaggio ideale è tra novembre e aprile.